Slide item 1

Lavaggio ad acqua

Slide item 2

Lavori di sartoria

Slide item 3

Stireria

Slide item 4

Sanificazione ad ozono

Slide item 5

Vendita di saponi artigianali

Periodo di matrimoni

Abito sposa

 

La primavera e l’autunno sono le stagioni più belle per il matrimonio. 

Per quello che è considerato uno dei giorni più importanti della nostra vita ci si prepara con molti mesi in anticipo, a volte anche un anno.

E’ una festa che porta gioia a tutti, famigliari, amici, bambini e spesso anche per i nostri pelosetti a quattro zampe.

Dopo la festa e il classico momento conviviale e musicale l’abito della sposa risulta molto sporco e rovinato.

È quindi fondamentale provvedere quanto prima alla sua pulitura, senza aspettare troppo, evitando che eventuali macchie e sporcizia si fissino in maniera irreversibile.

Bisogna tenere in considerazione che le pregiate fibre di seta o le altre fibre naturali non possono subire trattamenti troppo aggressivi, quindi la tempestività nella pulitura è fondamentale per il ripristino dell'abito.

La nostra lavanderia tratta le macchie del tuo bellissimo vestito in maniera manuale, sgrassandolo centimetro per centimetro, lavandolo con detergenti specifici per poi procedere con la stiratura e infine l'imballaggio nella sua custodia.

Ci permettiamo di darti qualche consiglio molto importante per la conservazione del tuo abito da sposa.

Se puoi, conservalo appeso in un armadio nella sua custodia originale, in caso contrario trova un luogo asciutto per depositarlo.

Appendi vicino al vestito un sacchetto di stoffa (oppure usa un vecchio calzino in nylon) e riempilo con del gessetto (quello per la lavagna) per evitare l'umidità.

Appendine un altro con del pepe in granuli e della lavanda per allontanare gli insetti.

Fai molta attenzione che i sacchettini non tocchino il vestito, ciò per evitare che esso si possa macchiare.

A tutti gli sposi che dopo la cerimonia portano entrambi i loro abiti a pulire presso la nostra lavanderia, potranno usufruire in omaggio del servizio di lavaggio e stiratura della camicia dello sposo.

Tanti auguri sposi, che la vita vi riservi le più belle gioie!

 

A volte capita che.....

 

Vestito pajetteSuccede anche da me!

A volte capita che in negozio arrivi qualche cliente preoccupato.

Entra con il suo bel capo e mi dice: “Purtroppo in un'altra lavanderia si son rifiutati di lavarmi questo vestito. Lei può fare qualcosa?”

Quindi io con molta professionalità rassicuro il cliente e analizzo l’etichetta del vestito cercando di capire il motivo di tale rifiuto.

Spesso sono capi femminili con pajette, perle, strass, ricami preziosi.

Mi è successo però anche con giacche da uomo molto costose che potevano essere lavate tranquillamente.

Dopo l’analisi valuto con il cliente quale è la soluzione più appropriata e quindi mi faccio autorizzare per procedere con il lavaggio.

Penso che il rifiuto, sacrosanto e lecito diritto di ogni lavanderia di lavare taluni capi (meglio rifiutarsi che fare danni), nasca dal non voler prendersi responsabilità, proprio perché spesso sono capi di grandi marchi costati un occhio e che necessitano di una maggior accortezza e quindi anche di più tempo.

Per quanto mi riguarda non eseguo il lavaggio di un capo solo ed esclusivamente se non  vale la pena farlo.

Generalmente capita a causa di macchie che sono impossibili da eliminare, evitando così al cliente una spesa inutile  ben sapendo che il risultato non sarà quello da lui  richiesto.

La lealtà nel mio lavoro associata alla professionalità  sono due delle cose più importanti nel rapporto con i miei clienti. In fondo nessuno fa i miracoli ma ci si impegna per dare il massimo.

C’è da dire infine che per quanto sia obbligatoria l’etichetta su ogni capo, le fibre elencate su di essa al tatto non sempre corrispondono.

Un esempio sono i tessuti elasticizzati.

Infatti la legge non obbliga a indicare se nel tessuto vi è la presenza di piccole percentuali di altre fibre.

Bisogna ricordare pertanto che nei tessili definiti puri al 100% (puro cotone, pura lana vergine, puro lino, seta) vi è una tolleranza fino al 2% di fibre diverse, tipo l’elasten per l’appunto.

Sta a noi professionisti poi valutare e fare le dovute considerazioni, in base alla propria esperienza e alla propria voglia di responsabilità. 

Domani io consegnerò alla mia cliente il suo capo prezioso lavato e stirato con professionalità perchè alla Bolle Blu lavasecco abbiamo scelto di dare qualità nei servizi.

 

Camicie solo stiro.....

camicie blog

Il servizio “camicia solo stiro” è per la nostra lavanderia un fiore all’occhiello.

Ogni settimana infatti ci troviamo a stirare una lunga fila di camicie.

Camicie dal taglio classico (che vestono perfettamente sotto la giacca), camicie dal stile un po’ informale (da mettere senza cravatta ), quelle più casual (per un aperitivo o una chiacchierata con gli amici), quelle eleganti (spesso per cene importanti o matrimoni).

Le camicie di qualità si riconoscono dal tessuto: il popeline (cotone di mano fresca e asciutta, lucido, compatto e morbido), il filato oxford (tessuto dalla trama piuttosto grossa), il lino (perfetto per l’estate), la seta, la flanella (morbida e calda adatta per i capi sportivi). Molto in voga oggi sono le camicie elasticizzate che vestono in maniera perfetta.

La camicia resta comunque il più bel capo d’abbigliamento sia per gli uomini che per le donne.

Generalmente si stirano senza piega sulla manica; sono molto più eleganti anche se le indossate con un paio di jeans. Ai nostri clienti le consegniamo appese in grucce e confezionate imbustate.

Una particolare attenzione va data al colletto e alle stecchette che vengono inserite nei colli all’italiana per mantenere la caratteristica curvatura, soprattutto per chi indossa la cravatta.

Le stecchette estraibili permettono di essere rimosse prima del lavaggio e la stiratura, così da evitare le indesiderate macchie lucide sul colletto.

Spesso si tratta di bacchette in plastica, ma nelle camicie sartoriali o di pregio particolare, vengono talvolta inserite bacchette di ottone o madreperla.

I bottoni sono infine l’accessorio che rende la camicia perfetta. Generalmente sono di plastica, avorio, legno, cuoio e nelle camicie di qualità solitamente in madreperla.

Una curiosità: perché l’ultima asola della camicia è a volte orizzontale invece che verticale come le altre?

In passato ciò era spiegato dal fatto che la camicia veniva abbottonata al pantalone. Oggi non più, ma questo piccolo dettaglio si può scorgere in alcune camicie di qualità.

 

Orari di apertura

Lunedì e giovedì
dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00

Martedì, mercoledì e venerdì
dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00

Chiuso
sabato e domenica